Valvole SYLVANIA etichettate Baldwin

Chi era la SYLVANIA:
Sylvania Electronics di Emporium, Pennsylvania, è stato il secondo più grande produttore di tubi riceventi e l'acerrimo rivale di R.C.A.
Come con la maggior parte del gruppo del "New Jersey", Sylvania iniziò il suo business nel settore delle lampadine. Sono stati proprio i produttori di lampadine ad incandescenza ad avere le capacità e l'esperienza nella lavorazione del vetro, nella metallurgia e nell'alto vuoto, necessari per realizzare tubi termoionici. Come il resto del gruppo del New Jersey, Sylvania cercò e mantenne gli uomini e le donne più qualificati sul mercato, inclusi gli ex dipendenti Edison. Attirarono anche Roger T. Wise nel 1927, il capo ingegnere dei tubi della RCA per sette anni. Questo evento un vero fiore all'occhiello per la Sylvania e, secondo quanto riferito, l'evento fu annunciato con molto clamore. È difficile dire con certezza perché l'abbia fatto, ma si trasferì all'Emporium e costruì una bella casa 5 mesi prima di assumere il suo incarico in Sylvania, il che fa pensare che parte del motivo del cambiamento fosse che voleva solo uscire fuori dal fumo e dal rumore di NJ per iniziare la sua nuova vita con la famiglia. Stava per avere il suo primo figlio e lo stabilimento Sylvania era immerso nelle belle colline boscose e ondulate fuori Emporium, Pennsylvania, un punto che veniva sempre sottolineato nei loro sforzi di reclutamento del personale. Una delle principali filosofie di Sylvania era quella di utilizzare materiali della massima qualità possibile, ed erano molto bravi a reperirlo. Erano così bravi che nel 1948 diventarono il più grande fornitore di getter, fili e altri componenti interni per tubi, del settore. I loro getter erano così buoni che erano utilizzati dalla maggior parte dei principali produttori di tubi Americani e il loro filo era abbastanza buono da essere ampiamente utilizzato nei tubi Western Electric! Questa enfasi sui materiali e sui dipendenti aveva un risultato tangibile nel prodotto finale. Anche per l'osservatore occasionale, i tubi Sylvania trasudavano semplicemente di una bellezza intrinseca con i loro getter grandi, ampi, con finitura a specchio e, spesso, miche di altissima qualità.

Dal punto di vista tonale, i doppi triodi SYLVANIA (12AX7, ecc..) sono reattivi, dettagliati, dinamici e musicali. Alti e medi sono dolci, caldi e mai affaticanti, timbricamente bilanciati su tutta la gamma di frequenze. Un sound è vivace, dettagliato e piacevole. Meritano di essere ascoltate.

Chi era la Baldwin:
Le origini della Baldwin risalgono al 1857, quando Dwight Hamilton Baldwin iniziò a insegnare pianoforte, organo e violino a Cincinnati, Ohio. Nel 1862, Baldwin avviò una concessionaria di pianoforti Decker Brothers e, nel 1866, assunse Lucien Wulsin come impiegato. Wulsin divenne un partner della concessionaria, all'epoca conosciuta come DH Baldwin & Company, nel 1873 e, sotto la sua guida, la Baldwin Company divenne il più grande rivenditore di pianoforti nel Midwest degli Stati Uniti entro il 1890.
Nel 1889-1890, Baldwin giurò di costruire "il miglior pianoforte che potesse essere costruito" e successivamente formò due società di produzione: Hamilton Organ, che costruiva organi ad ancia, e la Baldwin Piano Company, che produceva pianoforti. Il primo pianoforte dell'azienda, un verticale, iniziò a essere venduto nel 1891. L'azienda introdusse il suo primo pianoforte a coda nel 1895.
Baldwin morì nel 1899 e lasciò la stragrande maggioranza del suo patrimonio per finanziare cause missionarie.
Wulsin alla fine acquistò la proprietà di Baldwin e continuò il passaggio dell'azienda dalla vendita al dettaglio alla produzione. L'azienda vinse il suo primo importante premio nel 1900, quando il modello 112 vinse il Grand Prix all'Exposition Universelle di Parigi, il primo pianoforte fabbricato in America a vincere un tale premio. I pianoforti prodotti da Baldwin vinsero anche i migliori premi alla Louisiana Purchase Exposition e all'Anglo-American Exposition del 1914.
Dopo la fine della guerra, Baldwin riprese a vendere pianoforti e nel 1953 l'azienda aveva raddoppiato le cifre di produzione rispetto ai livelli prebellici. 
Nel 1946, Baldwin introdusse il suo primo organo elettronico (sviluppato nel 1941), che ebbe un tale successo che l'azienda cambiò nome in Baldwin Piano & Organ Company. Per il prestigio del marchio, decise di imprimere il suo Brand sulle valvole impiegate nelle sue apparecchiature e commissionò ad alcuni dei più grandi produttori del tempo (RAYTHEON, SYLVANIA, RCA, MATSUSHITA giapponese, etc…) valvole etichettate Baldwin Pianos - Organs.